[Recap del 12/09/2021] Duo. Il Demone schiavo.

Discussioni inerenti la Squadra 1 (sq1). La Squadra Storica è composta in larga parte dai giocatori più anziani di VK.NET ed è quella che contribuisce maggiormente alla progressione della storia di Seràl.

Moderator: Ninja

Post Reply
User avatar
Korhalias
Il Signor Porno
Posts: 1670
Joined: 08.10.2001 1:00
Location: Brescia

[Recap del 12/09/2021] Duo. Il Demone schiavo.

Post by Korhalias »

Esausti per aver lavorato senza sosta per tutta la notte al porto, ci riuniamo e vediamo Omnie teletrasportarsi via assieme ad un gruppo di Cavalieri col mantello nero. Scambiamo qualche parola con Devorkan che ci dice di non avere fretta di intervenire, dato che la situazione in mezzo al mare è ancora tutta da comprendere e prima di qualsiasi azione ci sarà bisogno di una pianificazione adeguata. La cosa più urgente ora è dare una mano alla città, in qualsiasi forma possibile.
Decidiamo di lasciare il porto alle mani dei Genieri e della Guardia Cittadina e di capire, innanzitutto, come la nostra Gilda reagirà a quello che è accaduto la notte prima. Percorriamo la strada maestra andando letteralmente controcorrente, dato il massiccio flusso di militari e volontari che si stanno dirigendo al porto dalle prime ore del mattino.
Prima di tornare a casa, ci dirigiamo alla Gilda che è gremita di Cacciatori, con nostra sorpresa. Tutti vogliono sapere cosa succederà da oggi in poi. Li'Qai compare dopo pochi minuti ed interrompe il baccano che si è generato. Suggerisce di rendersi utili come volontari al porto a chi fosse in grado di dare una mano con la ricostruzione, per gli altri l'incoraggiamento è quello di scegliere una taglia e darsi da fare per aiutare la città. Gli avvenimenti della notte hanno probabilmente interrotto l'erogazione di taglie nuove e quindi l'unica cosa che rimane per rendersi utili è quella di andare a pescare tra le taglie inevase degli ultimi giorni. Se ci fosse indecisione su come spartirsele, allora la decisione verrebbe presa da Antoine.
Chiaramente questa soluzione genera qualche commento di disapprovazione, ma al momento è tutto ciò che ci è dato sapere, sperando che nei prossimi giorni la situazione torni più alla normalità e sia più facile scegliere taglie nuove.
Parliamo con Bartorak brevemente che ci dice di aver perso una piccola barca che usava per pescare durante il nubifragio e che Seki ed i suoi non si vedono in giro da qualche giorno, dopo l'ultima taglia che hanno preso.

Decidiamo di non scegliere alcuna taglia, nemmeno quelle inevase, dato che il resto della giornata lo intendiamo dedicare al riposo, o almeno questo è ciò che crediamo. Il giorno successivo torneremo per cercare qualcosa di nuovo.
Rientriamo a casa e la guardia ci dice che ha fatto entrare una ragazza che cercava Rrawia. Appena dentro troviamo Rebecca disperata che ci parla di Joanna e dice che è in fin di vita; ci rendiamo conto che la situazione è più drammatica di quel che pensavamo quando la ragazza ci dice che Hife l'ha mandata da noi per poter dare un ultimo saluto a Jo prima che questa ci abbandoni per sempre.
Rrawia in un attimo è già fuori casa diretta al distretto dei Piaceri, mentre Rebecca ci suggerisce che la maga della Casa ha chiesto espressamente anche di noi, dato che potremmo essere in qualche modo utili. Non capiamo bene cosa stia succedendo, ma non esitiamo e nonostante la stanchezza accumulata ci muoviamo di nuovo in direzione del porto.

La Casa ha i cancelli chiusi e veniamo fatti entrare dalla guardia all'esterno che ci lascia passare assieme a Rebecca. All'interno Awin ci accoglie in una Casa stranamente vuota e sorprendentemente fredda. Andiamo da Hife, in una stanza che è probabilmente il suo studio, la quale ci dice di averci chiamati perchè potrebbe essere necessario affrontare Duo, nel caso Joanna morisse e il demone venisse liberato dalla prigione dell'arma Arvathi. Mentre discutiamo, preoccupati di quella possibilità, Awin entra nello studio e consegna un pacchetto contenente un cubo di legno che nasconde al suo interno una goccia di Fuoco. A quanto pare Rrawia è stata in grado di recuperarne una e la Casa deve aver sborsato moltissimi soldi per ottenerla.
La maga non sa dire esattamente quale sarà l'esito di questo nuovo tassello, ma ci chiede di aspettarla per circa mezz'ora prima che riesca a preparare la goccia per il rituale necessario a Joanna.
Ci lascia quindi nel salone della Casa a decidere sul da farsi.

Non siamo tutti d'accordo su come muoverci. C'è chi vorrebbe chiamare Gwinne, senza esporre quindi Joanna ed i suoi segreti ad occhi indiscreti, ma altri non vogliono che la ragazza venga messa in pericolo per una battaglia che non ha scelto da sola. C'è chi vorrebbe chiamare Omnie, che forse sapendo del rischio di rilasciare un demone per la città possa voler intervenire, ma il rischio è che questa, per perseguire un bene superiore, decida non solo di eliminare il demone ma anche Joanna stessa che è la responsabile della presenza di Duo a Prasia.
Mentre decidiamo sul da farsi, ci vengono consegnati dei cappotti pesanti che ci proteggono dal freddo sempre più pungente, delle pozioni distillate da Hife che ci fanno immediatamente recuperare tutta la stanchezza come se ci fossimo appena svegliati pieni di energie e sei pozioni di pensiero maggiori.

Alla fine decidiamo di non chiedere alcun aiuto, dato che nemmeno sappiamo cosa aspettarci dal rituale al quale assisteremo tra poco. Awin ci comunica che Hife è pronta e quindi ci fa entrare in una stanza che deve aprire con una chiave che porta al polso e che è protetta da qualche tipo di tenebra magica. Una volta superato il velo di oscurità ci siamo trovati all'interno di una grande grotta con un lago ghiacciato al centro e molte piccole luci sospese a mezz'aria. Hife è sul margine del lago di ghiaccio con il suo bastone arcano in mano.
Ci ringrazia nuovamente e ci dice di stare pronti a tutto, non sapendo nemmeno lei cosa stia per succedere.

La maga chiede l'intervento di Hobloi, l'elementale di acqua che solitamente riscalda le terme e la Casa, e questi crea una spaccatura sulla superficie ghiacciata davanti a noi, poi Hife rilascia l'energia magica della Goccia di fuoco e riesce a comandarla grazie al suo bastone, indirizzandola nelle fenditure del ghiaccio. Vediamo il fuoco serpeggiare nel lago, attraverso le crepe ed inabissarsi sempre di più, fino a scomparire del tutto.
Dopo alcuni istanti, iniziamo a sentire delle crepe aprirsi dal fondo del lago ghiacciato e all'improvviso vediamo il pugno infuocato di Joanna risalire in superficie e liberarsi dalla morsa di ghiaccio, esausta, ma viva. Purtroppo però non riesce a malapena a pronunciare due parole che Duo compare attorno a lei, come in un'esplosione di fuoco. La fa saltare sul ghiaccio, la afferra e la sbatte sulle pareti di roccia della caverna con violenza, tenendola per le gambe. Nel serrare un'ultima volta i pugni infuocati, la fa svanire nel nulla, come se fosse evaporata.
Duo rivendica la sua vittoria e la sua libertà dalla morsa di Joanna e della Scimitarra Arvathi e inizia a pregustare la vendetta che vede Hife come suo primo bersaglio.
Iniziamo a combattere, ma i nostri colpi sono estremamente inefficaci contro le sue difese. Sia gli attacchi fisici che magici sembrano fargli solo qualche piccolo graffio. L'unica mossa che possiamo fare è quella di colpirlo il maggior numero di volte, sperando che alla lunga sia possibile ferirlo seriamente.
Non conosciamo le sue resistenze, mentre quello che sappiamo è che l'unica cosa verso la quale è debole è l'amore, ma presto impariamo a conoscere i suoi attacchi. Prima Rrawia e poi Hife subiscono attacchi portentosi che possono mettere a serio rischio chiunque. Fortunatamente però Rrawia con un colpo ben assestato e grazie al potere della sua spada riesce a compromettere le difese del Demone che da quel momento risulta quindi più facile da ferire.
Duo è prima sorpreso e poi adirato e tra un attacco e l'altro ci colpisce con esplosioni maghiche impossibili da evitare e che ci mandano al tappeto e costringono Rrawia a rialzarsi compiendo sforzi sovrumani per non finire tra le braccia della morte.
Hife, in egual misura, viene scaraventata via e solo l'intervento di Sospel riesce a mantenerla in vita.
Rrawia scopre che i colpi magici inferti da Fulgor con il suo attacco di Danni diretti, risulta molto più efficace se suddiviso in tanti piccoli raggi separati, come se ognuno facesse del danno piccolo difficile da annientare, piuttosto che una sola unica esplosione. Approfittiamo di questo, anche se la tecnica funziona solo per un paio di volte, prima che Duo riesca a renderla inoffensiva.

Mentre colpiamo Duo, ci rendiamo conto di come ogni nostro colpo andato a segno faccia uscire dal suo corpo delle energie sotto forma di anime che il demone aveva assorbito al suo interno. Ricordiamo tutti di come Joanna l'abbia usato per risucchiare le anime contenute nel Demone di Umbra Urthinalkan, tra le quali c'era anche la sorella Lana e in qualche modo speriamo che i nostri attacchi possano liberare anche lei.
Una seconda, terribile, esplosione ci manda praticamente tutti in fin di vita e nonostante le nostre difese e le cure siano incessanti, vediamo tutti la morte avvicinarsi.
Duo sta per decidere chi di noi assorbire per primo e quando carica il proprio pugno verso Rrawia, vediamo comparire una frusta infuocata che gli blocca il braccio.
Le stelle sospese nell'aria vorticano e si concentrano in un punto, dove compare prima la spada di Joanna e poi lei stessa, in piena salute che corre verso di noi mentre trattiene il polso di Duo con la frusta nell'altra mano.
Dopo essersi sincerata delle nostre condizioni, passa subito al contrattacco, dandoci inizialmente dei gusci di una energia magica che non abbiamo mai visto prima e aggiungendo questa stessa energia al danno delle nostre armi.
Duo è incredulo nel vederla ricomparire e diventa subito aggressivo nei suoi confronti. Grazie a queste difese siamo in grado di curarci completamente e di tornare all'attacco, forti di una compagna che ad ogni attacco infligge danni portentosi, liberando sempre più anime dal corpo del demone.
Questo cerca, per una volta di risucchiarne alcune per rigenerare parte delle sue ferite, ma i nostri attacchi sono rapidi ed efficaci e alla lunga riescono a sfiancare il demone. Non appena sembra vacillare, Joanna lo afferra al collo con la frusta e lentamente lo trascina dentro alla sua spada, rinchiudendolo di nuovo nell'arma Arvathi molto più indebolito di prima.
Quasi contemporaneamente Hife termina un lungo incantesimo che fa brillare una delle stelle presenti nella grotta. Questa scende sulla riva del lago, davanti a Joanna. Prende le sembianze di una giovane donna eterea che, prima di scomparire per sempre viene salutata dalla sorella con poche semplici parole, riuscendo a commuovere chi aveva conosciuto parte di questa storia che, finalmente, vede una fine.

La grotta torna tranquilla e i primi festeggiamenti per essere riusciti a cavarcela lasciano il posto ad un dubbio. Hife apostrofa Joanna come "matta" per più di una volta, il che ci fa sorgere la domanda che la donna possa aver architettato tutto questo, compreso il serio rischio di morire, per portare allo scoperto Duo ed affrontarlo, così da liberare Lana dalla sua prigionia. In qualche modo, increduli, ci viene detto che questo corrisponde al vero, anche se le cose non sono andate proprio come Joanna se le aspettasse e, soprattutto, scusandosi per averci coinvolti in una cosa che lei intendeva sbrigare da sola.
Ovviamente il debito nei nostri confronti è palese e nonostante alcuni di noi insistano nel dire che "siamo pari", sappiamo tutti che il nostro intervento sia stato provvidenziale per portare a termine il piano della Signora, ancora di più quello di Rrawia nel riuscire a recuperare la Goccia di Fuoco prima che fosse troppo tardi.

Joanna richiama Hobloi per far sciogliere il lago ghiacciato e l'elementale poi si mette subito al lavoro per riavviare le caldaie della Casa, abbandoniamo la grotta dove abbiamo combattuto e torniamo nelle stanze che già conosciamo. Joanna si va a cambiare rapidamente e dopo pochi minuti torna, ma è presto sommersa dagli abbracci delle ragazze che irrompono nella stanza per festeggiarla.
Ci spostiamo con Hife e discutiamo per qualche minuto. Veniamo anche invitati a restare per una cena di festeggiamenti la sera stessa, prima che la Casa riapra, ma forse le nostre energie non ce lo consentono. Accettiamo però l'invito di trascorrere insieme un pranzo o una cena nei prossimi giorni, in cui potremo parlare con più calma di tutto ciò che è successo, in attesa di scoprire dei retroscena che fino a quel momento Joanna non aveva avuto modo di rivelare a nessuno, perchè Duo l'avrebbe sentita e avrebbe potuto scoprire il suo piano.

Qualcuno di noi si intrattiene alla casa per la serata, mentre gli altri tornano alla nostra dimora per dormire, finalmente.
Post Reply