[Recap 27/08-03/09/2020] Scontro contro i due Negromanti

Discussioni riguardanti la Squadra 8.

Moderator: Buzz Zeal The Power Lord

Post Reply
Akuman
Postatore LV8
Posts: 363
Joined: 23.06.2008 12:32

[Recap 27/08-03/09/2020] Scontro contro i due Negromanti

Post by Akuman »

Kelen e Jawar tornano da noi, informandoci di aver trovato un luogo dove le creature non sembrano avvicinarsi e lo scheletro di un uomo morto evidentemente molto tempo fa con un medaglione al collo. Sospetta che le due cose siano collegate, ma non volendo rischiare ha preferito tornare indietro per avere un parere dei Maghi del gruppo.
Ci Teletrasportiamo quindi nella zona indicata da Kelen e i Maghi esaminano l'oggetto, che si rivela essere un Medaglione costruito con Argento Benedetto con incastonato un Lapislazullo di medie dimensioni. L'Oggetto risulta Incantato con un Incantesimo Permanente di Repulsione+Male e consacrato a Dendor. E' un ritrovamente molto utile, anche se risulta inefficace con le creature molto potenti.
Decidiamo di prenderlo con noi e di portarlo ad un Tempio di Dendor non appena possibile per vedere se ce lo lasciano tenere.
Thoron decide che è il momento giusto per utilizzare il suo Rituale, così ci prendiamo un momento di pausa mentre l'Elfo fa il suo lavoro.
Il Rituale viene completato con successo e risultiamo protetti da Suarve contro il risucchio dell'anima e il controllo.

Proseguiamo, fino a quando arriviamo ad un bivio.
Il corridoio di destra pulsa ritmicamente di luce e brulica di creature corrotte, mentre quello di sinistra è avvolto nella più totale oscurità e sembra a prima vista disabitato.
Decidiamo di optare per quello di sinistra, e Kelen sfrutta ancora Jawar per Teletrasportarsi all'interno. I due tornano poco dopo, Jawar è visibilmente sconvolto, mentre Kelen informa di aver trovato Salydor, uno dei due Maghi Negromanti che stiamo cercando.
Decidiamo di attaccarlo, mentre Thoron lancia un Incantesimo di Individuazione (per trovare il filatterio) e uno di Veggenza (per permetterci di vedere al buio).
Lo scontro si apre con una Freccia Silenziante di Fevril, nella speranza che abbia successo, ma sfortunatamente Salydor si rivela essere un bersaglio più resistente del previsto, e mantiene l'utilizzo delle sue capacità magiche.
Un altro dettaglio di cui Kelen e Jawar non si erano accorti nell'oscurità, era la presenza del secondo Mago, trasformato in un orribile Ragno gigante, appeso al soffitto.
Lo scontro si rivela particolarmente ostico. Salydor (anche lui parzialmente trasformato in Ragno) pur non essendo il Mago più sveglio del mondo rivela comunque notevoli capacità magiche che non esita ad utilizzare contro Johanne e Kelen, mentre Mugdarak (il Ragnone) utilizza principalmente le sue capacità fisiche per infliggere dei colpi brutali e la sua ragnatela per bloccare i propri nemici.

Così, Johanne e Kelen tengono occupato Salydor facendosi bersagliare dai suoi Incantesimi, mentre Fevril bersaglia Mugdarak col suo arco, infliggendogli enormi danni.
L'Ira dell'Arciere è evidente dal suo viso e dal mondo in cui tempesta di frecce il suo nemico.
Jawar sfrutta la situazione attaccando Mugdarak alle spalle, mentre Vindyel bersaglia entrambi con i suoi potenti Incantesimi e Thoron si occupa di tenerci tutti in vita e di annullare le ragnatele e le evocazioni di Salydor.
Lo scontro è duro e prolungato, ma alla fine con un ultimo Incantesimo Vindyel distrugge il corpo di Salydor, e Jawar infila la propria spada nel cranio di Mugdarak.
Thoron si concentra immediatamente per trovare il filatterio per impedire ai due di tornare 'in vita'.
Ci informa rapidamente che si trova sotto il Trono di Salydor su un lato della stanza e Fevril - ancora in preda all'ira - scaraventa il Trono con foga contro il muro per rivelare ciò che si naconde sotto.
Col senno di poi, non una grandissima idea, visto che evidentemente Salydor doveva averlo protetto con un Incantesimo, risultando in una tremenda esplosione che investe in pieno l'arciere lasciandolo moribondo sul pavimento.
Fortunatamente, il rapido intervento di Thoron scongiura il peggio e Fevril se la cava con l'armatura e uno dei suoi archi completamente distrutti.

Il gruppo apre lo scrigno ormai distrutto dall'esplosione, rivelando al suo interno 2 Libri, qualche gemma e 2 Statuine raffiguranti 2 Elfi, probabilmente ciò che stiamo cercando.
Thoron si concentra per distruggere i due oggetti, utilizzando un Rituale e delle boccetta di acqua benedetta da Marel fornite da Fevril, riuscendoci senza troppa fatica.
Asu sono Fedragon !
Post Reply