Faccia a faccia con Flayer (Recap del 11.03.2003)

Discussioni inerenti la Squadra 1 (sq1). La Squadra Storica è composta in larga parte dai giocatori più anziani di VK.NET ed è quella che contribuisce maggiormente alla progressione della storia di Seràl.

Moderator: Ninja

Post Reply
User avatar
ZCaotica
Postatore LV10
Posts: 525
Joined: 01.08.2001 1:00
Location: Roma
Contact:

Faccia a faccia con Flayer (Recap del 11.03.2003)

Post by ZCaotica » 13.03.2003 17:07

Il gruppo si mette in marcia per raggiungere la Rocca di Gazar. come richiesto due cavalieri del I° corpo di esploratori sono al servizio dalla compagnia ed aprono la strada.
Lunghe file di campi corrono lungo la via e sudati contadini stanno duramente lavorando per recuperare quei terreni che gli attacchi degli spettrali hanno profondamente inciso.
L'arbitro Thomas manda qualche benedizione agli uomini che ringraziano felici.
Piano piano i campi lasciano spazio ad una rada boscaglia e poco dopo mezzogiorno il profilo della rocca si staglia nel cielo.
La strada che giunge fino li è purtroppo una sola e si inerpica fino in cima, dove sorge il sepolcro degli antichi re.
L'ingresso al laboratorio di Jaziam, meta della compagnia, si trova nascosto al primo livello, nella tana del "Lumacone".
Chiunque sia appostato sulla rocca ha sicuramente sotto controllo su tutta la piana.
La strada da percorrere è ancora tanta ed il gruppo si interroga se conviene proseguire a piedi, come da piano originale, o a cavallo.
Andare a piedi permetterebbe di essere più furtivi ma si arriverebbe alla rocca dopo il calar del sole e, come è risaputo, questo gioverebbe solo agli Zoroin.
Gli esploratori propongono la seconda ipotesi e i membri della compagnia valutano se evocare una vedetta da mandare in avanscoperta.
D'improvviso una freccia colpisce il cavallo di Thomas che si imbizzarrisce e disarciona l'arbitro.
Kitiara e Malerthane scattano prontamente ma la zona da cui è venuta la freccia sembra deserta.
Il cavallo si dimena per poi accasciarsi al suolo. Fortunatamente l'arbitro interviene prontamente e cura il povero animale.
Il gruppo si continua a guardare intorno ma nessun nemico viene scorto.
Thomas decide di far tornare indietro i due cavalieri ed affida loro anche i cavalli.
Rimasta sola al centro della strada la compagnia viene nuovamente attaccata da un solitaria freccia che sfiora di poco la testa di Ares.
Zorin wrote:"La prossima non la sbaglio."
Il primo a reagire è Malerthane che avvicinatosi ad un albero sfrutta i suoi poteri per animarlo.
L'incantesimo però gli si rivolta contro e l'albero comincia ad attaccarlo, Kitiara accorre in suo soccorso e i due si sbarazzano del nemico molto facilmente.
Anche Daiwer cerca di fare qualche cosa ed entra in concentrazione per far volare il suo gufo esploratore. Quando il gufo è ormai sulla via del ritorno, un pugnale compare accanto a Daiwer e si conficca nel suo petto. Il pugnale fortunatamente non colpisce mortalmente il mago me lo zoroin scappa nuovamente.
Senza possibilità di vedere i propri nemici tutti si affidano ai poteri di Thomas per che crea intorno a se una zona di identificazione molto ampia.
Anche Khaled sì da fare ed indossa i suoi abiti da assassino diventando invisibile al pari dei nemici. Esaminando il pugnale e la freccia riesce anche a capire che si tratta di due clan di assassini alleati che evidentemente stanno lavorando insieme.
Sfruttando ancora le restanti ore di luce il gruppo continua ad avanzare guardingo. I sensi di Thomas sono protesi per captare qualsiasi essere si avvicini ma per altre tre ore non trovano nessuno, gli Zoroin sembrano spariti nel nulla.
Il tramonto sorprende il gruppo ancora lontano dalla rocca e mentre ci si interroga sul da farsi l'arbitro scatta sull'attenti. Allunga un braccio in direzione del bosco : "30 metri, sono sugli alberi".
Tutti si voltano nuovamente a guardare ma come prima gli zoroin sono ben celati dai loro magici abiliti.
Khaled ormai al massimo della pazienza scaglia una palla di fuoco su uno degli alberi indicati da Thomas mandandolo in cenere.
Un ombra ancora in fiamme si trascina per qualche metro finendo a terra esanime.
Thomas, protetto da un successivo incantesimo, avanza senza paura ed alza nuovamente il dito verso il nulla
Thomas wrote:"Posa quel pugnale"
"E chiedi scusa."
Insensibile alle sue parole un nuovo pugnale si scaglia contro l'arbitro ma a pochi centimetri da lui rimbalza contro la magica barriera e finisce a terra.
Anche questa volta l'invisibile Zoroin scappa dopo aver colpito.
Il gruppo raggiunge l'arbitro e il compito di interrogare l'ormai inoffensivo prigioniero viene ovviamente affidato a Khaled, l'unico in grado di capirlo.
Lo zoroin non vuole parlare ed, anzi, prende a male parole Khaled che in risposta gli punta un pugnale alla gola minacciandolo in diversi modi.
Quando l'interrogatori sembra andare meglio Thomas scatta nuovamente indicando ancora una volta il bosco.
Questa volta però dal buio non escono solo suoni ma sei figure perfettamente visibili.
Due hanno gli archi pronti mentre le altre sembrano addirittura disarmate.
Thomas wrote:"Ehi ragazzi c'è Flayer!"
Il famigerato Zoroin avanza tranquillo ed intima alla compagnia di rinunciare e tornare indietro.
La tensione è palpabile tra i due gruppi ma nessuno vuole provocare uno scontro perciò dopo qualche battuta vicendevole gli Zoroin si girano e si disperdono nel bosco.
Le ultime parole di Flayer sono estremamente esplicative.
Flayer wrote:"Ho provato a chiedervi di andarvene, ma non ve ne andate. Proseguite pure nella vostra strada. Se morirete, sarà stata la vostra stupida scelta."
Il gruppo è deciso ad andare avanti ma la presenza di uno dei tenenti della Gilda Nera è sinonimo di grande pericolo.

User avatar
ZCaotica
Postatore LV10
Posts: 525
Joined: 01.08.2001 1:00
Location: Roma
Contact:

Solo uno Zoroin sa tener testa ad uno Zoroin

Post by ZCaotica » 13.03.2003 17:08

Riporto il discorso con Flayer perchè mi è sembrato molto bello

Flayer: "Mi chiedo perchè siate sempre in mezzo a ogni cosa importante che faccio."
[ha un tono profondamente seccato]
Kitiara: "Eh... ti potremmo chiedere la stessa cosa."
Flayer: "Quell'idiota che tieni in mano è mio, già. Rendimelo."
[Khaled afferra per un braccio lo zoroin e lo spinge con forza verso Flayer]
Thomas_Marsili "Penso che te lo potremmo anche rendere, non è che valga granchè"
Flayer: "Patetico."
Khaled: "Se il tuo cucciolo ci attacca cosi' impunemente, occhio che rischia di farsi male"
[Kitiara ha un brutto presentimento inerente l'elfo]
[Flayer fa un cenno e un arciere lancia una freccia in mezzo alla schiena dell'elfo che agonizza per qualche istante e poi si accascia per terra]
Kitiara: "...ecco, lo sapevo"
Khaled: "Prevedibile"
[Shalinaa scrolla le spalle]
Flayer: "E'mni non sarà contento."
Khaled: "Chiudiamo qui questo spiacevole episodio?"
Kitiara: "...sarà mica che noi e flayer siamo qui per lo stesso motivo?"
Flayer: "Un Reietto con il Manto della Notte. Che disonore."
Flayer: "E quale sarebbe questo motivo?"
[Thomas_Marsili: "Sa farne migliore uso degli altri pare."]
Daiwer: "dipende dai punti di vista poi!"
[Flayer fa un sorrisino ironico, punto nel vivo]
Kitiara: "...gita turistica?" sorriso poco convinto
Flayer: "Molto. Divertente."
Khaled: "Se hai avuto sentore delle mie, delle nostre gesta, capirai che non sono un reietto qualsiasi"
Kitiara: "Ehhh ma lui non è uno zoroin qualsiasi, del resto, Khaled."
Flayer: "Vi conosco benissimo. Siete una combriccola di disperati di cui si serve Re Melis per fare il lavoro che lui non sa fare. E non siete neanche pagati."
Daiwer: "punti di vista!"
Kitiara: "..."
Khaled: "Che deformato secondo la tua insulsa ironia significa che siamo qui, come te, a svolgere un compito"
Shalinaa: "In effetti sul pagamento sono d'accordo..."
Thomas_Marsili: "Il suo lavoro Sua Maestà lo sa fare, non comprende girare in lungo e in largo per il mondo"
Kitiara: "Pensi che come datore di lavoro saresti tanto meglio di Melis?"
Flayer: "Dimenticavo la vostra grande aspirazione per i lunghi discorsi."
Kitiara: "da Melis almeno, possiamo aspettarci che in caso di fallimento non ci uccida."
Daiwer: "la ragione di questa bella chiacchierata?"
Khaled: "Lui non e' un datore, e' una pedina al pari nostro"
Flayer: "Stiamo cercando di non uccidere nessuno. Almeno di voi aaramiani. Andatevene ora."
Thomas_Marsili: "Siamo venuti a trovare un vecchio amico"
Khaled: "Proseguiremo per la nostra strada"
Daiwer: "non mi sembra che questa sia vostro territorio!"
Khaled: "Non e' difficile non pestarsi i piedi a vicenda"
Flayer: "Un vecchio amico?"
Kitiara: "e anche noi non uccideremo nessuno, se ci lasciate proseguire per la nostra strada."
Flayer: "Nessuno abita in questa zona."
Thomas_Marsili: "Si un amico molto vecchio"
Ares: "e perchè voi volete restare?? cosa è che vi interessa qui? "
Thomas_Marsili: "Questo è un segreto."
[Daiwer alza gli occhi al cielo]
Flayer: "Siamo qui per dare fastidio a qualcuno che non siete voi, nè i vostri patetici soldatini."
Ares: "un vostro vecchio am.. nemico ? "
Kitiara: "Allora ignoriamoci a vicenda... proseguiremo senza darvi fastidio"
Flayer: "A proposito, smettetela di mandare esploratori, perchè sono troppo scadenti. Muoiono in tutte le trappole più stupide."
[Flayer estrae da una tasca un fazzoletto da Proctor aaramiano "I° Corpo Esploratori"]
[Thomas_Marsili aggrotta le ciglia]
Flayer: "Com'è che le legate voi queste cose? Al braccio, no?"
[se lo poggia sul braccio tra le risate degli altri zoroin]
Flayer: "E' comodo il manto della notte Khaled?"
Flayer: "Bene, adesso ci siamo anche fatti due risate. E ora giratevi, e andate via."
[Khaled indica col pugnale (unica parte visibile) lo zoroin morto]
Khaled : "I tuoi cani non vanno molto meglio sai?"
Kitiara: "Ti ripeto che proseguiremo senza darti fastidio, non ci interessa cosa state facendo qua, vogliamo solo continuare nel nostro viaggio"
Khaled: "No, non ci siamo proprio. Bada ai tuoi affari, ma non credere nemmeno per scherzo che noi si possa andare via"
Flayer: "Pfui, hai acchiappato un novizio degli E'ri Shu't. Non un gran vanto."
Khaled: "Un novizio di un clan di assassini dovrebbe sterminare un'intero distaccamento di esploratori"
Flayer: "Perchè non mi fai vedere la tua brutta faccia, Rozu'sha't così baldanzoso?"
Khaled: "ed invece ha strisciato"
Khaled: "Perche' non mostro il mio volto a chi trattato con rispetto non me ne mostra"
Flayer: "La sorte è nemica, certe volte."
[Khaled rinfodera il pugnale che svanisce nel nulla]
Flayer: "Come il tempo. Ho provato a chiedervi di andarvene, ma non ve ne andate. Proseguite pure nella vostra strada. Se morirete, sarà stata la vostra stupida scelta."
Thomas_Marsili: "Come hai detto te abbiamo scherzato, anche su cose non di buon gusto. Ora è tempo che ognuno prosegua per la sua strada".
Khaled: "Una buona giornata anche a te"
[Flayer fa un cenno al suo gruppo e si incammina nel bosco con tranquillità e calma per poi sparire dalla vista in un lampo, probabilmente grazie ai vestiti da assassini]

Post Reply