Recap 457

Discussioni riguardanti la Squadra 8.

Moderator: Buzz Zeal The Power Lord

Post Reply
User avatar
Strix
OMG POSTATORE DEL 20°
Posts: 2091
Joined: 12.05.2003 22:05
Location: Sardegna

Recap 457

Post by Strix » 14.12.2018 10:23

sessione del 13/12/2018
Presenti: Anaden, Fevril, Kelen, Thoron, Vindyel

A parte un attacco da parte di 4 bestiacce chiamate tartog, nel pomeriggio della prima giornata di navigazione, il viaggio potrebbe riassumersi in due settimane di tedio e sgradevolezza (da parte di un individuo specifico)
Siamo sbarcati nel porto di Finnis, nella regione di Persidia, accolti da uno smodato sfoggio di megalomania militare e accenni alle arene, dove la gente di qui dirime le proprie dispute (Ora mi sono chiare più cose riguardo al carattere di 'Den).

Salarzekar, così si chiama quel tronfio imbecille al cui seguito, nostro malgrado, siamo, ci ha comunicato che ci saremmo diretti a Gallarhan, dove sorge la dimora degli Oathwarden.
Alcune ore di viaggio da passare chiusi dentro una pacchiana carrozza fuori misura, divisa in due compartimenti.
Ovviamente noi siamo stati fatti salire in quello sul retro, venendo separati da Anaden, come è stato per praticamente tutto il viaggio.
Il di lei fratello non fa mistero di considerarci meno dello sterco prodotto dai dodici cavalli che trainano questa mostruosità su ruote.
L'interno almeno è confortevole.
E c'è del liquore.
Per una volta ne approfitto, magari lo stordimento terrà a freno il mio desiderio di piantargli un coltello nella nuca.
Anche se ne dubito.

Il percorso si è snodato in un susseguirsi monotono di campi coltivati e colline fortificate, dandoci conferma dell'accoglienza di questo paese.
La città di Gallarhan si è presentata come una mostruosità fortificata da mura a dir poco smodate.
Dev'essere piacevole vivere costantemente sull'orlo della guerra, d'altronde i pochi rappresentanti della popolazione locale che abbiamo avutola sfortuna di conoscere (stanno nella carrozza davanti) paiono trovarsi abbastanza a loro agio in questo clima di perenne preparazione all'assedio.

I palazzi all'interno delle mure continuano nell'impressione di megalomania e astio, portandomi a farmi alcune domande su cosa questa gente stia cercando di compensare.
Il palazzo degli Oathwarden è un colosso massiccio di tre piani, in pietra, circondato da un alto muro guarnito da spuntoni metallici.
Accogliente.
Appunto.

Probabilmente 'Den è stata particolarmente assillante durante la traversata perché, nonostante i suoi iniziali proclami, Salarzekar ha dato disposizione affinché fossimo ospitati nel palazzo.
Anaden quindi ci ha accompagnati in un salotto al pian terreno, dove poco dopo siamo stati raggiunti da un maggiordomo che ci ha accompagnati in due stanze, sempre al pian terreno, dove ci è stato permesso di sistemarci.
Anaden, prima di congedarsi, ci ha detto che avrebbe cercato di farci ottenere la massima libertà di movimento, premessa non molto incoraggiante, a dire il vero.
Tocca quindi aspettare che ci venga comunicato qualcosa, prima di iniziare a pensare al da farsi.
PG che deve morire ufficiale di Sq8 (nonchè cronista non proprio volontario)

Post Reply