Recap 409

Discussioni riguardanti la Squadra 8.

Moderator: Buzz Zeal The Power Lord

User avatar
Strix
OMG POSTATORE DEL 20°
Posts: 2073
Joined: 12.05.2003 22:05
Location: Genova

Recap 409

Postby Strix » 09.08.2016 15:41

sessione del 8/8/2016
Presenti: Anaden, Joseph, Kelen, Thoron

Tornati in città verso il primo pomeriggio, siamo subito andati dal nostro cliente, con Josuf, per consegnargli il manoscritto.
L’uomo del deserto ha accettato di leggerlo per consigliargli quali parti modificare, in modo da non avere altri problemi.
Abbiamo incassato la nostra ricompensa (a dire il vero abbastanza sostanziosa) e ce ne siamo tornati in locanda.
Essendo chiaro che a Tam-ham abbiamoi raschiato il fondo del barile, è abbastanza pacifico che la scelta sarebbe stata quella di spostarci in un’altra città.
A tal proposito, ricordando le difficoltà avuta nelle ultime occasioni ad ottenere incarichi come scorta alle carovane, ho suggerito che Thoron e Vin andassero da Horst e provassero a chiedergli una lettera di referenze.
Abbiamo anche discusso dell’idea di provare a raccimolare qualche soldo in più allestendo una specie di mostra itinerante riguardante i crimini e i criminali in cui ci è capitato di imbatterci.
Alla gente piacciono questo genere di storia e forse qualche moneta in più potrebbe scapparci.
Essendoci ancora tempo, prima della cena, sono passato dal falegname il cui figlio avevamo ritrovato, che per un ottimo prezzo mi ha preparato un certo numero di pannelli e cornici per la nostra esposizione.
Mal che vada avremo investito male 5 dime.
Ho trovato anche un altro incarico, piuttosto interessante.
C’è una carovana che, tra un paio di giorni, partirà per Pheris trasportando un carico di ferro.
Si tratta decisamente della carovana più imponente con la quale mi sia mai capitato di lavorare, già ben fornita di scorta.
Per nostra fortuna alcuni mercenari sono rimasti feriti in non so quale circostanza quindi, almeno per questo viaggio.
Come maggiore incentivo alla nostra assunzione ho fatto presente che possediamo nostri cavalli e un carro, il che farà risparmiare alla carovana tutte le spese di alloggio.
Nel compenso, anche se non molto elevato e gravato della condizione di essere pagato per intero solo in caso la carovana subisca un attacco, è comprensivo del vitto.
Considerando che l’alternativa sarebbe fare il viaggio per conto nostro, totalmente in perdita, ho accettato senza storie le condizioni offerteci.
Certo, dovremo viaggiare molto più lentamente, ma anche con il nostro solo carro a rallentarci non potremmo procedere velocemente come se viaggiassimo solo a cavallo (cosa difficilmente proponibile se non tanto a Thor di certo a Vin), quindi ci godremo un viaggio che, tutto sommato, si prospetta tranquillo e abbastanza riposante.

il giorno della partenza ci siamo fatti trovare, ben prima dell’alba, già in colonna, pronti a partire.
Il primo giorno di viaggio, dal momento che nessuno dei due elfi sapeva come condurre il carro, ho viaggiato a cassetta con Thor, insegnandogli come fare.
La sera ci siamo fermati in un’ampia radura pianeggiante e, dopo aver cenato, ci siamo fatti assegnare ai turni di guardia, ci è toccato l’ultimo prima della partenza mattutina.
Abbiamo viaggiato lentamente ma con molta tranquillità per una settimana.
L’atmosfera piacevole, un grande senso di cameratismo che ha incluso quasi subito anche noi, ultimi arrivati.
Lavorare per questa carovana sembra essere una cosa molto ambita e non ho nessuna difficoltò a capirlo.
La paga non è male, l’atmosfera è buona e la carovana è talmente imponente da scoraggiare i comuni briganti.
L’atmosfera è particolarmente euforica e presto l’aroma di carne cucinata ce ne spiega la ragione.
Un awelar con il quale avevamo avuto modo di scambiare qualche parola nei giorni scorsi ci ha spiegato che a ogni viaggio, quando si è a metà strada, un giorno un gruppo dedica mezza giornata alla caccia, in modo da poter mangiare un po di carne fresca, decisamente ben venuta dopo una settimana di gallette, formaggio e carne salata.
Abbiamo ricevuto tutti anche un boccale di birra, per lo meno chi non era impegnato nei turni di guardia, il che includeva anche noi che quel giorno avevamo il nostro primo giorno di riposo.
Ci si è attardati più del solito, tra canti, bali e tentativi di “socializzazione” (non ho intenzione di parlarne).

Il giorno dopo ci siamo messi in marcia con più calma del solito, dal momento che la sera prima si erano fatte, rispetto al solito, le ore piccole.
Si è cercato di recuperare terreno mantenendo un’andatura più sostenuta, dovendo poi rinunciare a causa di una fastidiosa acquerugiola che ha iniziato a cadere durante la mattinata, rendendo l’andatura dei carri più difficoltosa.
Alla sera, con un po di malumore dovuto all’impossibilità di montare le tende all’asciutto o accendere fuochi, ci siamo preparati a coprire il primo turno di guardia.
Avevo preso l’abitudine di allontanarmi dalla colonna di carri, durante il turno, per sorvegliare il limitare degli alberi.
Joseph mi ha raggiunto, esprimendomi dei dubbi riguardo la carovana e il sospetto che le cose non stessero proprio come ci era stato detto.
Merce di contrabbando, forse, non ne è sicuro.
dal momento che, tutto sommato, nessuno dei due ha particolari problemi verso il contrabbando e il mercato nero, abbiamo deciso di continuare a farci gli affari nostri (a meno che la cosa non risulti essere grave a tal punto da intaccare PERSINO le nostre coscienze) e, soprattutto, di non dire niente ad Anaden.
PG che deve morire ufficiale di Sq8 (nonchè cronista non proprio volontario)

Return to “Squadra 8”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests